MyGiftCard_MC_Carburante_NomeAzienda_TargaAuto-1024x646

Da Gennaio 2019 sono cambiate le regole sulla scheda carburante

 

La legge di bilancio 2018, seguita dal decreto legge 79 del 2018, hanno mandato in pensione la vecchia scheda carburante. A partire dal 1 gennaio del 2019 infatti non è più possibile registrare a mano, con il timbro dell’esercente, gli acquisti di carburante sul solito documento cartaceo a cui eravamo abituati.

Innanzitutto sarà necessario pagare la transazione con strumenti tracciabili (niente più contanti), e si dovranno poi fornire i propri dati (inclusa pec e partita Iva) all’esercente, che provvederà ad emettere una fattura elettronica, che verrà inviata direttamente all’Agenzia delle Entrate.

In assenza di uno di questi elementi (pagamento tracciabile e fattura elettronica non sarà più possibile procedere alle deduzioni e detrazioni previste dalla legge.

Sarà naturalmente possibile pagare con qualunque carta di credito o di debito (come il Bancomat) e si potrà procedere autonomamente a farsi inviare dal gestore la fattura elettronica sulla propria posta certificata. La procedura è però piuttosto macchinosa, e soprattutto si dovrà fare molta attenzione poi a raccogliere e tenere in ordine tutte le fatture ricevute.

La carta MyGiftCard Carburante risolve in modo semplice tutti questi problemi, rendendo anzi l’acquisto di carburante per i veicoli aziendali una procedura semplice e veloce, così come la gestione e la reportistica di tutti i costi di acquisto, per avere sempre sotto controllo la propria spesa.

 

TOP